Mark Ryden

a cura di Giovanni Celsi | aprile 12 | sfoglia l'archivio della rubrica
Mark Ryden
Di recente Taschen ha pubblicato un volume in sole cinquanta copie, un’edizione limitata dal costo di 4000 euro: è molto raro che un’artista vivente sia in grado di una quotazione del genere o di vendere una singola opera a 900mila dollari. Ci è riuscito - da Los Angeles - un uomo che ama le tinte forti o l’oscuro, osannato da De Niro, Lady Gaga, Di Caprio e Marilyn Manson. Il suo è un pop diverso, a tratti surrealista, che attinge a piene mani al mondodei sogni, dell’alchimia e del mistero; Mark Ryden è un personaggio che raramente si concede, non parla delle sue opere e questo ne alimenta ulteriormente il fascino. Le figure che rappresenta sono un insieme di antinomie, tratti infantili e giocosi immersi in un ambiente ricco di simboli che anche se naturali o fiabeschi, risultano inquietanti e distorti. L’inconscio emerge da questo mondo incantato e riesce a sfuggire a ogni etichetta, interrogare, sorprendere e far riflettere lo spettatore.

Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721