Pensavo fosse amore invece era un calesse

a cura di Francesca Dargenio | maggio 14 | sfoglia l'archivio della rubrica
Pensavo fosse amore invece era un calesse

Troisi riesce sempre con la sua ironia a farci sorridere, anche se spesso si tratta di un riso amaro sulla semplicità, sulla quotidianetà, su un quadretto della napoletanità e dell' italianità degli ’90. "Non si uccide per amore, basta aspettare". "E allora non mi uccido per amore, mi uccido per impazienza".La trama di questo lungometraggio di Massimo Troisi è una non trama, nel senso che la storia è fatta di una serie di episodi corali, tutti incentrati sul tema dell’amore. Chiunque, anche i passanti, di cui si odono brevi battute, parlano d’amore, sembrano impossessati da questo morbo che, nel bene o nel male, fa perdere la ragione alla gente. Come i due protagonisti, Tommaso (Massimo Troisi) e Cecilia (Francesca Neri), che non sanno decidere, anche alle soglie del loro matrimonio, se stare insieme oppure no. Indecisione che li accompagna fino ai titoli di coda. Il primo dei due ad abbandonare è Cecilia, che incolpa Tommaso di essere poco propositivo, di non portarla mai da nessuna parte, fino a inventarsi che ha un’altra. Appena libera incontra Enea, un ometto “piccolo” e infantile; tuttavia lei è attratta dal fascino delle sue storie vissute in giro per il mondo. In realtà Cecilia non ha mai smesso di amare Tommaso e, alla fine, tornerà con lui. Questa volta però è proprio lui a non amarla più e a disertare l’appuntamento con l’altare. Nel film sono importanti i personaggi secondari, come Amedeo, ragazzo fin troppo religioso, che trova la donna della sua vita, si sposa e ha un figlio: pensare che era la moglie di un suo caro amico! Amedeo ha una sorella adolescente invaghita di Tommaso, a tal punto che per conquistarlo arriva a mettergli del veleno per topi nel caffè, mandandolo all’ospedale. Infine Enea, l’uomo col quale si fidanza Cecilia dopo che ha lasciato Tommaso: pieno di sé, esagerato, infantile ma anche uomo fragile e ingenuo.

Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721