Realtà aumentata

a cura di Francesco Balacco | maggio 12 | sfoglia l'archivio della rubrica
Realtà aumentata
“Il mondo di oggi è elettronico: di per sé, una realtà aumentata a tutto tondo.” (Derrick De Kerckhove)
Quando si parla di realtà aumentata, si parla della possibilità di ricevere informazioni in tempo reale sull’ambiente che ci circonda; informazioni che “aumentino” la conoscenza su di esso e che i nostri sensi non avrebbero potuto cogliere.
La realtà aumentata oggi si manifesta perlopiù attraverso smartphone: app d’ogni tipo consentono di ricevere la storia di un monumento al semplice inquadrarlo con la videocamera, permettono di interagire con oggetti e prodotti di consumo (si pensi ai Qcode), ci aiutano nei nostri spostamenti quotidiani. Google ha annunciato lo scorso mese l’uscita (si pensa per il 2013) dei propri Project Glass, occhiali che riunirebbero le attuali app a realtà aumentata in un unico dispositivo.
All’Università di Washington in collaborazione col pentagono, si stanno invece sviluppando delle speciali lenti a contatto che consentirebbero di metter a fuoco oggetti incredibilmente distanti, equipaggiando chi le indosserà di una sorta di “super vista”. L’applicazione più immediata di queste lenti potrebbe arrivare però in campo biomedico: sembra che attraverso di esse, i pazienti affetti da diabete potranno monitorare costantemente il loro tasso glicemico (unitamente ad altri parametri vitali), evitando quotidiane punture.
Cosa ci riserverà il futuro? Staremo a “vedere”.

Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721