Gomorra: nuje vulimm na speranza?

a cura di Chiara Ammendola | luglio 14 | sfoglia l'archivio della rubrica
Gomorra: nuje vulimm na speranza?
Due famiglie rivali, il controllo del mercato della droga, omicidi, violenza e una città allo sbando. Si presenta così Gomorra, la serie tv nata dalla penna dello scrittore Roberto Saviano e andata in onda su Sky questa primavera. Un successo di pubblico e di critica per una serie che strizza l’occhio alle cugine americane in quanto a regia e fotografia. Gomorra, figlia del romanzo prima e del film poi, è forse l’ennesimo racconto crudo e vero, e non di meno, romanzato, della criminalità organizzata nella città di Napoli.
Ma c’è chi non ha ben digerito il ritratto violento del capoluogo campano: tanti napoletani, tanti critici e addetti al settore, ma primo tra tutti il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. A difendere se stesso o il suo prodotto, ancora non è chiaro, è stato proprio Roberto Saviano: “Dettagli, di questo è fatto il racconto di Gomorra. Di dettagli reali. Dalla cronaca attuale e da quella che ormai appartiene alla storia – spiega lo scrittore - a una storia che per me, per noi, non è affatto lontana, anche se sono in molti a volerla dimenticare perché è più facile in questo modo guardare in faccia i propri fallimenti”.
Dopotutto poter e saper discernere la realtà dal romanzo è ciò che distingue proprio la realtà dalla finzione. Lo spettatore deve chiedersi se ciò che vede è vero. Ma deve anche appassionarsi. Deve spaventarsi, tifare, arrabbiarsi. Ma deve farlo con coscienza e consapevolezza. Le stesse capacità richieste anche nella vita quotidiana. Allora mi domando se non sia proprio questo il motivo del successo di Gomorra. Il male si combatte meglio con la conoscenza del male stesso. E il bene, protagonista assente della serie tv, va forse cercato proprio fuori. In quello spettatore finalmente cosciente.
Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721