La Borsa stecca

a cura di Valerio Del Re | maggio 12 | sfoglia l'archivio della rubrica
La Borsa stecca
Facebook delude le attese. Gli analisti che erano convinti di assistere a un rally senza sosta delle azioni del social network di Mark Zuckerberg sono rimasti spiazzati. Come quanti avevano pronosticato un rialzo al debutto del 18% fino a 45 dollari: soglia sfiorata per pochi istanti. Addirittura tra gli addetti ai lavori circola la convizione che siano state le banche a sostenere la quotazione della matricola d'oro, evitando che scivolasse sotto il prezzo di collocamento fissato a 38 dollari.
Zuckerberg ha scritto una lettera agli investitori per ricordare che la società non è nata per accatastare denaro ma per compiere una “missione sociale” e “rendere il mondo più aperto e connesso”. Il social vuole: “Un mondo migliore, dove la gente con più informazioni può prendere decisioni migliori”.
Ma quante persone connette questo social network?

Brasile 38.138.000 (76,7%)
Italia 21.270.000 (70,5%)
Spagna 15.628.000 (67,0%)
Francia 28,335 milioni (66,9%)
Regno Unito 25.737.000 (63,9%)
Germania 24.508.000 (54,6%)
Giappone 14.877.000 (24,4%)
Svizzera 1.985.000 (50,3%)
New Zealand 2.672.000 (79,8%)
Taiwan 11.068.000 (77,9%)
Stati Uniti 152.763.000 (69,6%)
Australia 11.010.000 (68,4%)

Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721