I bambini indaco

a cura di Pierangelo Piccolo | marzo 10 | sfoglia l'archivio della rubrica
I bambini indaco

Chi sono i bambini indaco? Perchè vengono definiti così? 

Nel 1982 Nancy Ann Tappe scrisse un libro dal titolo “Capire la vostra vita attraverso il Colore”. Questo colore indica l’aura che ciascuno attraverso il proprio corpo sprigiona. 

A partire dagli anni ‘80 si è scoperto che bambini con un particolare comportamento avevano un’aura di colore indaco, da qui la definizione. I bambini indaco vengono al mondo con un senso di regalità ed hanno stima di se stessi, sono piuttosto ribelli ed anticonformisti, hanno problemi con le autorità, sono “alternativi” nel senso che spesso trovano un modo diverso per fare le cose, sono considerati sovente asociali o antisociali e la scuola rappresenta per loro una dura prova. I bambini indaco hanno bisogno di guida ed attenzione. Sono irrequieti, si sentono incompresi e dicono chiaramente ciò di cui hanno bisogno. Lo scopo della razza indaco è di gettare i semi per la nuova umanità. 

Come molti di voi già sanno stiamo per entrare nella quarta dimensione e visto come siamo ridotti non avremo molte possibilità di entrarci se non ci evolviamo rapidamente. Dobbiamo comprendere l'importanza del ruolo che questi preziosi bambini, arrivati tra noi con un bagaglio di grande consapevolezza, si sono assunti. Se sapremo riconoscere il loro valore, capirli ed apprezzare le loro doti intellettuali e morali, essi saranno i nostri migliori maestri, ci insegneranno a guardarci dentro ed a scoprire quelle verità interiori che per troppo tempo non abbiamo saputo o voluto riconoscere.

Copyright © 2009-2014 Zeroassoluto - La guida web del tuo tempo libero - Testata n.5/05 registrata presso il Tribunale di Trani il 21/04/05 - Tutti i diritti sono riservati - P.I. 06295250721